Rita Bassi

Specialista in dermatologia e venereologia

Il Peeling Chimico Cutaneo è un trattamento medico, che consiste nell’applicazione cutanea di un acido (o di una combinazione di acidi) che viene scelto in funzione delle finalità da raggiungere, e che ha azione sulla pelle, tale da danneggiare l’epidermide ed intaccare il derma allo scopo di regolarizzare le relative imperfezioni ed ipercromie, accelerare il ricambio cellulare, regolarizzare il sebo, restringere i pori dilatati, migliorare qualitativamente il manto cutaneo, stimolare i fibroblasti alla ricostruzione del collagene e dell’elastina al fine di dare nuova vitalità e freschezza alla pelle agendo attivamente nel rinnovo dello strato cutaneo nella sua totalità.

Può quindi essere utile nella prevenzione e trattamento dell’invecchiamento cutaneo, per contrastare e trattare le rughe, levigare e rendere più luminosa ed omogenea la pelle, nel regolarizzare il sebo nelle pelli seborroiche e nel   trattamento dell’acne specificatamente nelle fasi pre e post acneiche, ma anche più specificamente con peeling localizzati e mirati all’asportazione di macchie cutanee (cloasma-melasma, lentigo, cheratosi ecc..)

Il trattamento viene effettuato secondo procedure diverse a seconda del prodotto impiegato che solitamente viene applicato secondo il protocollo specifico e successivamente neutralizzato o meno a seconda della specificità dello stesso; a seguito dell’applicazione del prodotto si avverte un bruciore più o meno forte, seguito da un arrossamento della zona, e successiva desquamazione di durata variabile secondo l’entità del trattamento e la soggettività del paziente. E’ importante pertanto prevedere eventuali astensioni da attività lavorative e sociali secondo quanto indicato dal medico.

 

Le principali controindicazione al trattamento sono: Herpex Simplex, pregressa radioterapia, trattamento con isotretinoina, diastesi fibroblatica, terapie in atto controindicate per supposti rallentamenti della fase riparativa, malattie autoimmunitarie, fototipi elevati (IV-VI Fitzpatrik)

Questa modalità di trattamento può suscitare eritema, edema, croste, macchie, più o meno evidenti, a seconda della metodologia e dell’acido utilizzati, così come può indurre maggiore reattività cutanea e recidive erpetiche in soggetti predisposti,

E’ assolutamente sconsigliata l’esposizione diretta ai raggi ultravioletti (esposizione solare, lampade) come al calore (docce molto calde, saune e bagni turchi) o al freddo intenso nelle quattro settimane successive al trattamento così come da evitare sono tutte le manovre traumatizzanti (sfregamento della zona trattata, gommage, brushing, terapie estetiche ecc), l’utilizzo di detergenti o cosmetici inadeguati che possono aumentare il rischio di effetti collaterali ed alterare il risultato terapeutico prefissato.

 

La qualità degli esiti clinici del trattamento non sono valutabili a priori, e non possono essere   fornite garanzie precise circa il risultato ottenibile con questo trattamento, in quanto la risposta e le condizioni individuali possono essere essenziali nel determinarne la risposta clinica del paziente trattato.

Cerca nel sito

IMAGE Acne
Lunedì, 02 Febbraio 2015
L'acne è una comune dermatosi di tipo infiammatorio, a patogenesi multifattoriale, che coinvolge aree cutanee ric¬che di unità pilosebacee, prevalentemente il volto e la parte superiore del tronco. L'esordio si ha generalmente in età prepubere... Read More...
IMAGE Biorivitalizzazione
Domenica, 01 Febbraio 2015
L’invecchiamento del viso è causato da una combinazione di fattori intrinseci (crono-aging), geneticamente determinati, ed estrinseci, rappresentati principalmente dall’esposizione solare (foto-aging), dal fumo, dalla dieta e dal tipo di stile... Read More...
IMAGE Capillari viso e gambe
Lunedì, 02 Febbraio 2015
Le piccole teleangiectasie al viso ed agli arti inferiori costituiscono senza dubbio un problema di natura estetica piuttosto spinoso.   Il danno cosmetico è rappresentato da vistosi capillari di varia forma e colore    localizzati al viso alla... Read More...
IMAGE Carbossiterapia
Domenica, 01 Febbraio 2015
La carbossiterapia è una metodica che sfrutta le potenzialità terapeutiche della CO2 medicale (gas) somministrata per via sottocutanea ed intradermica. La CO2 è in grado di aumentare il flusso ematico tissutale locale con... Read More...
IMAGE Impianto di acido ialuronico
Domenica, 01 Febbraio 2015
L’impianto di acido ialuronico  è una tecnica medica iniettiva, che prevede l’inoculazione  per  via  rispettivamente  intradermica  o  sottocutanea  di  un  filler   a base di acido ialuronico nell’area interessata   al  ... Read More...
IMAGE Peeling chimico
Domenica, 01 Febbraio 2015
Il Peeling Chimico Cutaneo è un trattamento medico, che consiste nell’applicazione cutanea di un acido (o di una combinazione di acidi) che viene scelto in funzione delle finalità da raggiungere, e che ha azione sulla pelle, tale da danneggiare... Read More...
IMAGE Trattamenti laser
Domenica, 01 Febbraio 2015
-        EPILAZIONE LASER Il principio su cui si basa l’epilazione laser è quello della selettività termocinetica(fototermolisi selettiva) secondo cui, utilizzando peculiari lunghezze d’onda, si può ottenereun determinato effetto... Read More...