Rita Bassi

Specialista in dermatologia e venereologia

La carbossiterapia è una metodica che sfrutta le potenzialità terapeutiche della CO2 medicale (gas) somministrata per via sottocutanea ed intradermica. La CO2 è in grado di aumentare il flusso ematico tissutale locale con conseguente vasodilatazione e ricanalizzazione dei capillari collabiti in conseguenza a stati patologici («angiogenesi falsa»). E' in grado, inoltre, di indurre lipolisi (distruzione del pannicolo adiposo) diretta per azione meccanica sulle cellule del grasso e

d indiretta per iperossigenazione dei tessuti trattati. La cute, infine, beneficia fortemente dell'effetto di ringiovanimento della C02 medicale e di tonificazione delle lassità per azione diretta su fibroblasti e cheratinociti con conseguente produzione di collagene, elastina ed acido ialuronico.

 

Indicazioni

Lassità cutanea,

PEFS adiposità localizzate,

 

Smagliature/cicatrici,

 

Ringiovanimento del volto,

Ulcere e ferite difficili,Insufficienza venosa,

Pre- e post- trattamenti dermoestetici (biorivitalizzazione, filler, peeling),

Lipomatosi diffusa,

Acrocianosi

Quali sedi possono essere trattate?

 

Viso: palpebre superiori ed inferiori, profilo mandibolare, fronte, glabella, rughe nasolabiali, guance, regione periorale

 

Collo e Decolté,

Regione mammaria,

 

Mani,

Addome e fianchi,

Braccia,Cosce (regione trocanterica, sottoglutea, interno coscia), ginocchia, gambe,

 

Regione sottoscapolare e pilastro ascellare posteriore

Effetti del trattamento

Migliora l'aspetto a «buccia d'arancia» della cellulite,

Migliora il senso di pesantezza agli arti inferiori

Migliora eventuali edemi agli arti inferiori,

Migliora la lassità cutanea delle sedi trattate,

Migliora i volumi delle sedi trattate,

 

Migliora l'idratazione delle sedi trattate,

Migliora la luminosità delle sedi trattate,

Migliora il tono (compattezza),

Migliora le rughe profonde e superficiali del volto

Come funziona?

La tecnica di trattamento consiste in iniezioni sottocutanee o intradermiche (in relazione allo scopo terapeutico e alla sede di trattamento) di gas CO2 medicale attraverso uno strumento di erogazione sterile, riscaldata e personalizzata del gas. Esistono due differenti modalità di trattamento. La metodica classica prevede l'erogazione di grandi volumi di CO2 ad alto flusso, una metodica più recente sfrutta l'erogazione mediante un numero maggiore di punti di inoculo di basse quantità ad alto flusso con conseguente minore effetto di distensione e di dolore per il paziente. In genere sono previste 1-2 sedute alla settimana (in relazione alla situazione clinica e all'obiettivo terapeutico). Un ciclo terapeutico prevede in media 10 sedute, da ripetere 1-2 volte all'anno. La durata piena del trattamento si mantiene per circa 4-5 mesi dal completamento del ciclo.

Prima della seduta?

Non occorre nessun tipo di preparazione al trattamento.

Dopo la seduta?

Non occorre nessun accorgimento o medicazione domiciliare dopo il trattamento. La metodica consente una socialità piena e non comporta astensione dalle attività lavorative.

Devo aspettarmi effetti collaterali?

In genere il trattamento è libero da effetti collaterali. Il paziente può avvertire durante ed immediatamente dopo il trattamento: una sensazione di crepitio sottocutaneo, una sensazione di bruciore /dolore fugace alla somministrazione, ecchimosi nella sede di inoculo, senso di peso della zona trattata per pochi minuti dopo il trattamento (10-15 minuti al massimo)

La metodica può non funzionare?

No. Il razionale alla base della metodica consente un risultato sempre. E' possibile che ci siano dei non-responders sul breve termine in caso di importante infiammazione della regione trocanterica o se il sistema linfatico è bloccato. Sul lungo termine, anche in questi casi, la metodica è in grado di migliorare la situazione.

Vantaggi della carbossiterapia

E' una metodica sicura, veloce, consente il trattamento di pazienti allergici, affetti da collagenopatie, eritrosi per i quali il trattamento con altre metodiche può essere problematico o precluso, Non è influenzata dalla stagionalità. E' associabile ad altre metodiche (filler, biorivitalizzanti, peeling, laser, tossina botulinica, cavitazione...) potenziandone gli effetti nell'ambito di protocolli di trattamento combinato, Non comporta alcun effetto sul circolo sistemico (la pressione carotidea ed arteriosa non subiscono variazioni)

Chi non può sottoporsi a carbossiterapia?

Pazienti affetti da infarto miocardico acuto, angina instabile, tromboembolie acute, tromboflebite acuta, pregressi TIA, ipertensione grave, scompenso cardiaco, Pazienti affetti da grave insufficienza renale, Pazienti affetti da insufficienza renale, respiratoria e cardiaca cronica (sono pazienti in acidosi con già alti livelli ematici di CO2), Pazienti in terapia con inibitori dell'anidrasi carbonica (non sono in grado di eliminare l'eccesso di C02): acetazolamide, diclofenamide (sono farmaci per il trattamento del glaucoma), Pazienti in terapia con biguanidil (metformina), con diabete mellito (chetoacidosici), Pazienti affetti da grave anemia, Pazienti affetti da insufficienza epatica cronica, Pazienti in gravidanza

 

 

 

 

 

 

 

Cerca nel sito

IMAGE Acne
Lunedì, 02 Febbraio 2015
L'acne è una comune dermatosi di tipo infiammatorio, a patogenesi multifattoriale, che coinvolge aree cutanee ric¬che di unità pilosebacee, prevalentemente il volto e la parte superiore del tronco. L'esordio si ha generalmente in età prepubere... Read More...
IMAGE Biorivitalizzazione
Domenica, 01 Febbraio 2015
L’invecchiamento del viso è causato da una combinazione di fattori intrinseci (crono-aging), geneticamente determinati, ed estrinseci, rappresentati principalmente dall’esposizione solare (foto-aging), dal fumo, dalla dieta e dal tipo di stile... Read More...
IMAGE Capillari viso e gambe
Lunedì, 02 Febbraio 2015
Le piccole teleangiectasie al viso ed agli arti inferiori costituiscono senza dubbio un problema di natura estetica piuttosto spinoso.   Il danno cosmetico è rappresentato da vistosi capillari di varia forma e colore    localizzati al viso alla... Read More...
IMAGE Carbossiterapia
Domenica, 01 Febbraio 2015
La carbossiterapia è una metodica che sfrutta le potenzialità terapeutiche della CO2 medicale (gas) somministrata per via sottocutanea ed intradermica. La CO2 è in grado di aumentare il flusso ematico tissutale locale con... Read More...
IMAGE Impianto di acido ialuronico
Domenica, 01 Febbraio 2015
L’impianto di acido ialuronico  è una tecnica medica iniettiva, che prevede l’inoculazione  per  via  rispettivamente  intradermica  o  sottocutanea  di  un  filler   a base di acido ialuronico nell’area interessata   al  ... Read More...
IMAGE Peeling chimico
Domenica, 01 Febbraio 2015
Il Peeling Chimico Cutaneo è un trattamento medico, che consiste nell’applicazione cutanea di un acido (o di una combinazione di acidi) che viene scelto in funzione delle finalità da raggiungere, e che ha azione sulla pelle, tale da danneggiare... Read More...
IMAGE Trattamenti laser
Domenica, 01 Febbraio 2015
-        EPILAZIONE LASER Il principio su cui si basa l’epilazione laser è quello della selettività termocinetica(fototermolisi selettiva) secondo cui, utilizzando peculiari lunghezze d’onda, si può ottenereun determinato effetto... Read More...